19 febbraio, 2012

Sanremo, la società e altra merda calda


Ed eccoci qui.
Sanremo è finito ed ecco che io ne esprimo il mio inutile parere.
Perché lo faccio? Non potevo esimermi dal farlo.
E poi, Sanremo fa schifo, ma guardarlo per dirgli male è molto radical chic. E tutti voi sapete quanto tengo a vincere le prossime primarie del PD.

Prima di partire vorrei precisare che io non ho nulla contro Gianni Morandi.
(Se questa non l'hai capita sei un negro. Un negro contro cui Gianni Morandi non ha nulla contro).

Iniziamo con fare un paragone azzardato tra Sanremo e la nostra società.
Come pretendiamo di trovar lavoro ai giovani, dargli più poteri, responsabilità, e cose di questo genere che da un bel po' si sentono in tv?
La realtà è che non vogliamo, nessuno vuole. Ma non dirlo è brutto.
La dimostrazione è proprio il festival della canzone italiana.
Chi c'è a presentarlo? Un anziano, non ho voglia di tagliare Gianni per contargli i cerchi.
Parliamoci chiaro, se si impostavano i colori della tv in modo da vederla in bianco e nero si sarebbe potuto vedere l'edizione del 1960.
Con una piccola sovrattassa sul canone.
E allora cosa pretendiamo dal mondo del lavoro e affini? Dei giovani nessuno se ne fotte un cazzo, e Sanremo ne è la dimostrazione palese.
Si mette lì il matusa perché si punta agli spettatori nonni, quello interessa nulla più. E fanculo se le battute sono più lente di un regionale di Trenitalia.

Sanremo è stato così fiacco che l'anno prossimo, per ringiovanirlo, la conduzione sarà affidata a Mike Bongiorno.


 Gli aspiranti conduttori partecipano alle selezioni per Sanremo 2013.


E quindi pretendere un ringiovanimento della società mi sembra quanto meno utopia. Se non riesci a farlo in un misero programma televisivo, non vedo come farai a farlo lì fuori.
E questa è andata.

Due parole su Celentano.
Ovviamente non l'ho sentito e sinceramente non me ne frega un cazzo. Anche lui vecchio e stravecchio, blatera le solite quattro cazzate e via.
Perché scegliere i soliti? Sempre e comunque i soliti. Ok in tv non c'è mai, ma quando torna dice sempre le stesse cose, allora perché farlo?
Perché crea in ogni caso scandalo per due ovvietà dette che se non hai una spina dorsale ti sembrano uno scandalo mai sentito?
Certo, sarà così. Scandalo porta ascolti. Questo è quello che avranno pensato.
Il fatto che poi gli organizzatori si lamentino del molleggiato credo che faccia parte del gioco, o almeno lo spero, non credo non se l'aspettassero.
Voglio dargli fiducia.
E poi Celentano è un coglione! Qualcuno mi spiega perché ha dovuto devolvere il suo compenso?

- Senti Josef ti vogliono a Sanremo.
- Wow, non posso crederci. Ma è il sogno della mia vita! Accetto.
- Ma non vuoi sapere neanche i termini del contratto?
- Ehm, no...
- Be' ti diamo 700 triliardi di yen.
- Ah allora no, non li voglio. Vengo ma li devolvo alle vittime del festival di Sanremo.

Qualcuno si è reso conto che la situazione non si regge in piedi?
Se uno vuole un servizio lo paga, se il servizio costa troppo ne sceglie un altro.
È il mercato.
Se compro un pc da mille euro, non è che appena esco dal negozio offendo il mio nuovo portatile.

Ma passiamo alle donne, alle vallette.
Allora tu, spettatore e organizzatore troglodita, prediligi conduttori e ospiti estremamente politically correct (termine radical chic, vedi primarie PD) e poi inondi lo spettacolo con gnocca nuda?
Evidentemente sei uno stronzo.

Secondo i dati ufficiali della Croce Rossa, mentre Belen mostrava la sua farfalla molti apparati cardiaci over 70 fin lì funzionanti, sono letteralmente esplosi.
La stessa cosa è successa proprio a mio nonno.
Il che lo rende, effettivamente, un possibile presentatore per il prossimo Sanremo.

Spero proprio che Corona non si sbatta quella farfalla, altrimenti mezzo Sudamerica è fottuto.


Boh, credo di aver detto tutto (forse anche troppo).
In caso aggiorno.


Qui è tutto finito, se volete votare questo post, il numero è il %8$.

12 commenti:

Chiniko ha detto...

ho sempre considerato sanremo un gigantesco e barocco spot per il suicidio

Hombre ha detto...

ho visto siani, non ho riso mezza volta e a lui hanno fatto una standing ovation. Inspiegabile. Il pistolotto finale poi, sul nord e sud, talmente banale e retorico che per ventimila lire il mio falegname lo fa meglio.
di celentano ammiro lo stile con cui porta gli stivaletti del 1971!

Santiago ha detto...

"E poi, Sanremo fa schifo, ma guardarlo per dirgli male è molto radical chic. "

Io sono talmente snob, che snobbo quelli che snobbano san remo. E quindi finisco per guardarlo. Se non fosse che la parabola di merda con la neve si è spostata, quindi per 2 settimane non avevo la tv funzionante, per fortuna.

Comunque non per fare il cagacazzo ma si scrive Belén con acento. Qui pure Repubblica tralascia l'accento. E bisogna starci attenti. Perché sarà quel che sarà ma bisogna scrivere bene il suo nome.

Sai come connazionale di Belén capisco in pieno quel che rappresenta. Lei rappresenta l'Argentina. Il paese troia del sudamerica. Perché in fondo è vero il nostro paese è stato sempre una gran troia, venduti a stati uniti, venduti alla cia coi militari. Insomma. Belén è degna argentina. Però sappi che è uno scarto che hanno inviato qua in Europa. Come noi che ci beccavamo gli Eiffel65.

r3dz ha detto...

ma hanno fatto sanremo?? ma fanno ancora sanremo???
assurdo.

Cerex ha detto...

Ho sempre considerato Sanremo.
No, non è vero.

K. ha detto...

%8$

Conte di Montenegro ha detto...

Una volta a Sanremo ci si presentava solo per suicidarsi nell'albergo prima di andare a cantare... Bei tempi quelli!

La Carta ha detto...

@Conte:
Ora invece ci vanno quelli della De Filippi e la gente ( arrotondiamo a gnocca, del restante me ne fotte) mi chiede di suonare "le loro bellixxime kanzoni".
Mai mandato a fanculo così tanta figa come in questi due giorni...

ilbuendia ha detto...

Ciao sono ilBuendia
e chiamo da Cacchignano Scalo provincia di Montelusa
senta signor Josef ce lo posso avere un aiutino?

No vabbè dopo st'incipit televisivo,parlando di cose serie,
Gianni Morandi, accettereste della Nuetlla da quest uomo?
(questa è battuta un po' di nicchia, comunque da non fare se vuoi vincere le primarie del PD. Altra cosa da non fare è essere sostenuto dal PD, se vuoi vincerle)

laNoiosetta ha detto...

E' passata una settimana esatta da quando è iniziato il festival della canzone italiana e conosco ancora solo metà delle canzoni in gara, anche perché è morta Whitney Huston e le radio trasmettono solo lei, la qual cosa mi fa pensare che il modo migliore di far parlare Sanremo sia che qualcuno muoia in gara, ma, dato che siamo in un paese democratico, deve scegliere la giuria demoscopica chi far morire, ok?

Josef K. ha detto...

Chiniko, ahahah.

Hombre,ahahah, hai ragione!

Santiago,in fondo Sanremo, se integrato con twitter non è poi così noioso.
Sapevo che su Belen andasse l'accento(non fisicamente), ma non mi sono preso la briga di corregerlo.
Spero riuscirai a perdonarmi.
Io non ho nulla contro gli argentini.
Ho anche un amico argentino (vero).

r3dz, e non sai l'ultima! Quest'anno l'hai vinto tu! Complimenti.

Cerex, burlone!

K., grazie, ora che hai votato mi devi 1,01 euro.

Conte, peccato che Gigi D'Alessio sia ancora vivo.

Carta, Carta, Carta, mai disdeganre, mai.
Mi suoni la canzone di Emma?

ilbuendia, se si parla di coprofagia allora l'ho capita, se ti riferivi alla scarsa percentuale di nocciole presente nella Nutella, allora no.

Sileno27 ha detto...

cazzo, che fastidio mi da l'espressione 'radical chic'.
e l'hai pure ripetuta due volte.
non farlo più.

Posta un commento