14 ottobre, 2011

Censura

    
Quando uno spettacolo supera la censura può voler dire due cose.
O che si è tornati in un paese libero.
Oppure che censurarlo non è più necessario.

5 commenti:

Kisciotte ha detto...

Se lo stai guardando anche tu, direi la seconda che hai detto, sia perché Viva Zapatero va in onda come contentino di facciata sulla rete che ha dovuto fare atto di vassallaggio alzando il ponte levatoio in faccia a Santoro, sia perché come mattatore della serata c'è Scilipoti.

Hombre ha detto...

Per fare dell'Italia un Paese libero c'è solo bisogno di due cose. Di un Paese, e di un libero.
E anche se il libero al giorno d'oggi, non è più di moda e di scirei e baresi nun se ne trovano, quello che più preoccupa è trovare il Paese, purtroppo.

Marla.Singer ha detto...

In Italia, spesso e volentieri, le vittorie della censura vengono spacciate per trionfi della libertà d'espressione...

Matteo ha detto...

Ecco, appunto. Che vuoi censurare più ormai!?

lutile ha detto...

A quella poveraccia di sabina hanno bloccato il programma. E anche se il giudice ha valutato che non doveva essere fatto, ormai Raiot non c'era più.

Così, anche se hanno torto, l'hanno comunque avuta vinta.

Ed è questa la cosa che mi ha fatto venire più i brividi in assoluto.

Roba da matti, ve lo dice un idiota.

Posta un commento